Aperto il primo bikebar in Versilia

Aperto il primo bikebar in Versilia

Sabato 5 luglio è stato inaugurato il primo bikebar della Versilia.

Il locale si chiama “Il Velocipede” e si trova a Torre del Lago in viale Marconi n°40 (vicino al sottopasso).

Sono andato all’inaugurazione ed ho incontrato il proprietario Bernardo Graziani che ha puntato sulle Bici per rilanciare la sua attività ed ho colto l’occasione per fargli qualche domanda:

 

Che cos’è un bike bar?

Il bikebar è un locale dove i ciclisti che si trovano a passare possano fermarsi per trovare, oltre alla consueta colazione o panino, anche una stazione self-service per le riparazioni, un clima amichevole e cortese ed un luogo d’incontro aperto tutto il giorno ed anche la sera.

Come è nata l’idea del bike bar?

L’idea ha preso vita da un articolo pubblicato su un inserto della Gazzetta dello Sport dove si parlava di bikebar, l’articolo mi ha colpito e dopo qualche ricerca ho deciso di aprire. Il lavoro non è finito perché ci sono tante idee da mettere in gioco e, proprio in questi giorni, ho preso contatti con una ditta farmaceutica per la fornitura di integratori naturali che saranno presto in vendita presso il bar così da far trovare qualcosa di adatto a contrastare la fatica di chi pedala per tanti chilometri.

Credi che i ciclisti rappresentino un buon mercato su cui puntare?

Conduco questo bar già da tre anni e posso contare su una clientela locale che continuerà a frequentarlo. Credo che il crescente interesse verso il mondo della bicicletta sia l’unica novità in ascesa sul mercato; perciò una particolare attenzione ai ciclisti urbani, ai ciclisti sportivi ed ai cicloturisti di passaggio può aumentare il giro d’affari.

Alcuni commercianti o imprenditori vedono la creazione delle ciclabili o la moderazione del traffico auto come un ostacolo ai loro affari pensando che i loro clienti si muovano esclusivamente in auto. Cosa ti senti di dir loro?

Quando si introducono le novità sembra sempre che queste vadano ad ostacolare il nostro lavoro. Ma quando i lavori sono ben studiati con zone libere dalle auto, e comodi parcheggi scambiatori, si creano delle zone più vivibili dove la gente si muove volentieri, per fare shopping e consumare nei bar. Queste zone potrebbero ridar vita ad un territorio dove i turisti hanno difficoltà a muoversi.

Anche dal punto di vista della sicurezza il passaggio di bici e pedoni potrebbe migliorare l’attuale situazione.

Mentre mi bevevo il thé freddo ho notato un notevole passaggi di biciclette (85 in 10 minuti) allo stesso momento ho notato anche un denso traffico automobilistico, autobus, e qualcuno che sicuramente superava i 50km/h. Cosa ne pensi di questa situazione di via Marconi?

Se proprio non è possibile istituire un senso unico e realizzare una pista ciclabile sicuramente si potrebbe considerare la realizzazione di una zona 30 con moderazione del traffico e dissuasori. Si potrebbero creare, insomma, le condizioni per far convivere in sicurezza auto, bici e pedoni. Spero che in futuro l’Amministrazione Comunale prenda in considerazione questo tipo di soluzioni anche per Torre del Lago.

Quali iniziative pensi di proporre per il prossimo futuro?

Vorrei che questo luogo diventasse il punto di ritrovo e di riferimento per i ciclisti, non solo quelli sportivi, ma anche per gli amanti delle escursioni e proporre informazioni e visite guidate nel parco e sulla ciclabile Puccini. Spero anche che in questo luogo d’incontro nascano anche nuove idee dai clienti stessi. Il mio sogno è un’evento a carattere nazionale legato alle biciclette fatto a Torre del Lago.

 

Auguriamo insieme buon lavoro al bikebar contenti che qualcuno si sia accorto delle potenzialità di una città a misura di biciclette.

Un pensiero riguardo “Aperto il primo bikebar in Versilia

Lascia un commento se vuoi