Cicloreport 5-11-13

Cicloreport 5-11-13

Siamo andati a fotografare alcuni problemi della ciclabilità di Viareggio che ci hanno segnalato soci e frequentatori del sito. Realizzando una sorta di cicloreport


1) Ciclabile Passeggiata, nei pressi del canale Burlamacca: questi bidoni della differenziata vengono posizionati quotidianamente a bordo pista. Sono queste le indicazioni di SEA?


2) Ciclabile Passeggiata: quando questa porta si apre invade la sede ciclabile. (speriamo che chi la manovra lo faccia sempre con accortezza e speriamo che quando qualcuno deve uscire guardi bene che non passi nessuno). Spesso, come si può vedere dalla foto questa porta viene bloccata per rimanere aperta con le cassette dei giornali restringendo ulteriormente la ciclabile che in quel punto si riduce per aggirare dei lecci.


3) Ciclabile Passeggiata: dopo i recenti lavori che hanno interessato la passeggiata è opinione comune che la ciclabile non sia stata completata: i tombini, chiusini, mattonelle sono sporgenti, il cemento è irregolare, e come si può vedere ad un giorno di distanza dalla pioggia la pista rimane allagata perché più bassa. Ovvio, manca l’asfaltatura!

alcune segnalazioni7


4) Ciclabile via Vespucci: troppo facile per le auto sfruttare la ciclabile per brevi fermate. “Solo 5 minuti” dicono gli automobilisti richiamati all’ordine. Intanto per passare oltre si deve uscire dalla ciclabile e chi va in direzione mare-monti si ritrova contromano.


5) Ciclabile via Rosmini (fra via De amicis e via Vespucci): dovrebbe servire come collegamento fra le due ZTL e agevolare l’ingresso in via De Amicis per chi proviene dal sottopasso di via Cei. In realtà è diventato di fatto un parcheggio gratuito dove le auto (sempre le stesse) sostano per intere giornate.


6) Sottopasso via Cei: i tornelli messi per impedire il passaggio degli scooter rendono difficile il passaggio alle bici, il loro superamento diventa pericoloso in caso di bici con seggiolino e bambino, cestino con la spesa (ci si chiede quale girone infernale avessero in mente i progettisti). Lo specchio lato Migliarina è rotto da tempo e gli utilizzatori invocano l’istallazione di una telecamera. I pedoni e i ciclisti più frettolosi preferiscono utilizzare le scale (notevolemente più pratiche). Una sorpresa ci attendeva all’accesso lato Migliarina: I tornelli sono stati modificati ed il passaggio risulta più agevole. [aggiornamento 7-11-2013] Contrordine! il giorno seguente i tornelli sono stati ripristinati così com’erano.


Buona pedalata a tutti:

Lascia un commento se vuoi