Proposta Villa Argentina

Proposta Villa Argentina

Al nostro primo incontro (ormai qualche mese fa) con L’Assessore Romanini del Comune di Viareggio segnalammo la pericolosità dell’attraversamento ciclopedonale nei pressi di Villa Argentina. In quella stessa occasione avanzammo una proposta che avrebbe risolto le criticità e valorizzato la villa stessa.

Ad oggi continuano ad essere numerose le segnalazioni che riceviamo:

  • La pista ciclabile di via Vespucci è mal segnalata perchè lo spazzamento meccanizzato ha cancellato tutta la segnaletica orizzontale. Sono numerosi i conflitti pedone-ciclista.
  • L’attraversamento ciclopedonale è mal segnalato ed occorre ridipingere le strisce evidenziandole con il colore azzurro (consentito dal CdS – si è rivelato quello che risulta maggiormente visibile)
  • Chi venendo dal mare sulla ciclabile di via Vespucci si trova ad affrontare l’attraversamento non viene visto dalle auto provenienti dal Marco Polo che curvano su via Vespucci.
  • Il piccolo tratto su via Vespucci che collega a via Fratti non è segnalato come pista ciclabile ed è spesso invaso da auto e ciclomotori costringendo chi proviene da via Fratti verso il mare a pericolosissime manovre contromano. La situazione diventa ancora peggiore durante le ore notturne.
  • Lo spartitraffico che delimita la ZTL di via Vespucci ad est di via Fratti è spesso spostato in posizioni poco comprensibili e causa d’intralcio.
stato attuale attraversamento villa Argentina
stato attuale attraversamento villa Argentina

In questa immagine riportiamo lo schema della ciclabilità di questo incrocio; BLU: ciclabile via Vespucci; GIALLO: ciclopedonale via Fratti; VERDE: ztl via Vespucci; ROSA: possibili direzioni dei ciclisti provenienti dal Marco Polo; ROSSO: attraversamento via Vespucci. AUTO BLU: le auto in sosta anche sulla ciclabile; AUTO ROSSA: esempio difficoltà di visualizzare l’attraversamento per le auto provenienti dal Marco Polo; MARRONE: edicola.

Di tutte le criticità presenti in questo attraversamento, la scarsa visibilità non è risolvibile se non ridisegnando il tracciato ciclabile esistente. Chi proviene in bici dal mare si trova, infatti, particolarmente esposto in quanto le auto provenienti dal Marco Polo percepiscono la presenza di pedoni e ciclisti solo all’ultimo momento perché l’attraversamento è a ridosso della curva. 

La soluzione da noi pensata sposta l’attraversamento su via Fratti, permettendo alle auto di visualizzare per tempo i ciclisti in attraversamento. Una breve ciclabile davanti a villa Argentina collega l’attraversamento alla ciclopedonale ed alla ZTL lasciando la vista della villa sgombra dalle auto parcheggiate.

una proposta di FIAB Versilia BiciAmici per risolvere le criticità dell'attraversamento
una proposta di FIAB Versilia BiciAmici per risolvere le criticità dell’attraversamento

BLU: ciclabile via Vespucci; GIALLO: ciclopedonale via Fratti; VERDE: ztl via Vespucci; ROSA: pista ciclabile via Fratti; ROSSO: attraversamento via Vespucci. AUTO BLU: le auto in sosta; AUTO ROSSE: auto in prossimità dell’attravesamento; MARRONE: edicola.

Questa è solo una delle possibili soluzioni, forse quella più economica. Chiediamo, quindi, che questa amministrazione si attivi per mettere in sicurezza questo pasticcio.

4 pensieri riguardo “Proposta Villa Argentina

  1. Personalmente propendo per l’arretramento dell’attraversamento di Via Vespucci lato mare, di modo che le auto che provengono da Via Fratti abbiano più visibilità dello stesso, che dovrebbe essere segnalato anche con cartello di segnalazione e lampeggiante.
    L’errore sta anche nel fatto che gli attraversamenti ciclopedonali non sono pitturati di rosso o di azzurro.
    Quindi il breve tratto che separa l’attraversamento dall’immissione nella ciclabile di Via Fratti dovrebbe essere reso pista ciclabile a tutti gli effetti.
    Questa soluzione avrebbe il vantaggio di essere meno tortuosa e di evitare le scorciatoie che anche i cilcisti spesso adottano, come i pedoni.

  2. La soluzione da noi proposta tiene conto anche della futura realizzazione di una ciclabile lungo via fratti nel tratto fra via Marco Polo e via Vespucci. Inoltre l’apertura di un locale che utilizza parte del suolo stradale per i tavoli all’aperto, impedisce l’arretramento verso mare.

  3. Potrebbe essere una soluzione valida per la sicurezza nei mesi estivi ma la sera nei mesi invernali chi si fermerebbe ad aspettare il verde a cavallo di una bici su quell’angolo a bordo pineta? Sempre sperando che l’attraversamento a chiamata funzioni veramente e non come quello di via Cei (funzionano 3 puslsanti su 5) o quello sulla ciclabile a Bicchio (mai visto acceso).

Lascia un commento se vuoi