TdL: Stazione fantasma e bici in balia dei ladri

TdL: Stazione fantasma e bici in balia dei ladri

La stazione ferroviaria di Torre del Lago (TdL) sembra una stazione fantasma.

In realtà qualche treno vi si ferma e qualcuno continua ad usarla ma la biglietteria è completamente automatica, il bar è chiuso, ed in generale sembra di entrare nella terra di nessuno.

Abbiamo dato un’occhiata ai parcheggi per bicicletta realizzando un piccolo ciclo-report con sorpresa finale.

Li abbiamo trovati:

  • Pochi: uno lato mare e due lato monti totale 25 posti.
  • Trascurati: sporcizia, piante che nascondono alla vista le bici, utilizzati come latrine, mangiati dalla ruggine.
  • Inutilizzati: evidentemente poco sicuri le bici vengono legate a pali e recinzioni.

Se la stazione di Viareggio è un nodo importante (bici+treno, autobus+treno, auto+treno) per chi lavora o studia fuori città, la stazione di Torre del Lago può costituire un importante collegamento con il centro di Viareggio ed il resto della Versilia: il treno passa circa ogni ora ed impiega 4 minuti a raggiungere la stazione di Viareggio nessun altro mezzo di trasporto urbano può essere così veloce al costo di €1,50. Un’auto impiega sicuramente più tempo e denaro considerando anche le spese per il parcheggio.

Bici e Treni sono state le cenerentole della mobilità ma oggi stanno riguadagnando importanza nell’ottica intermodale (combianare più modi di spostarsi). La stazione di Torre del Lago meriterebbe, quindi, una maggiore cura; oltre ad una bella ripulita c’è bisogno di accogliere in sicurezza le biciclette.

E la sorpresa finale?

Proprio mentre scattavamo le foto un signore su bicicletta da donna variopinta ha passato in rassegna tutte le bici legate nei pressi della stazione. Non sembrava cercarne una in particolare, sembrava piuttosto scegliere la sua preda. Stanotte, forse, purtroppo, qualcuno piangerà.

Lascia un commento se vuoi