Perché vietare le bici condotte a mano?

Perché vietare le bici condotte a mano?

Riceviamo questa lettera da Alessandro Melillo ed anche noi ci chiediamo ma la bici condotta a mano non è forse equiparata dal Codice della Strada al pedone?

Perché vietare il transito alle bici condotte a mano?

Ciao, ho appena scritto al comune del Forte per una questione sul pontile. VI ho messi in copia ma casomai vi giro il messaggio anche qui

Buonasera.

Vivo nel comune del Forte da tre anni e giro in bici. Ho sempre trovato abbastanza assurda l’ordinanza che vieta la circolazione delle bici sul pontile anche in pieno inverno e persino se condotte a mano (cosa totalmente insensata perché le bici condotte a mano sono normativamente equiparate ai pedoni) ma purtroppo, essendo stata emanata anni fa, non ho mai avuto la possibilità di contestarla. Ho una bimba di un anno e mezzo che porto con me in bicicletta fino al mare e giusto ieri, una giornata di inizio ottobre, col pontile semideserto, mi sono visto sbarrare la strada da un volontario civico con tanto di cartellino sul petto (nel quale non ho potuto distinguere chiaramente il nome) che mi ha ribadito che non potevo portare la bimba sul pontile neanche spingendola a piedi. Capirete che se uno gira in bici non è che possa portarsi dietro il passeggino, quindi per portare la bimba sul pontile in sicurezza avrei dovuto prenderla in braccio (sono dodici chili, per chi non avesse dimestichezza coi bambini) e farmi i duecento metri a piedi. Cosa che del resto ho fatto lo stesso, aggiungendo alla fatica il nervosismo per la mancanza di buon senso, ma del resto le norme sono norme e vanno rispettate, no? Mi ha colpito però il commento di un altro babbo con rispettivo bimbo sulla bici che passandomi accanto ha detto “Fa passare solo chi gli pare!”. In effetti sul pontile c’era un bambino in bici che scorrazzava beato e proprio in cima al pontile, accanto al solito gruppo di anziani intenti a chiacchierare (di cinghiali, se dovesse interessare) c’era una meravigliosa bicicletta con cestino, proprietà di uno dei summenzionati anziani, che si faceva beffe di me e della norma. Tornato alla piazza è stato il turno del vigile urbano, appena arrivato, anche lui ovviamente in bicicletta, come se gli fosse assolutamente necessaria per inseguire sul pontile chissà quali malviventi; alcune signore hanno ironizzato sulla cosa e lui, con fare piacione, ha ribattuto scherzando di avere “il permesso dell’assessore”. A questo punto mi sono avvicinato e ho fatto presente al vigile che probabilmente anche quelli che erano in bici sul pontile dovevano avere lo stesso permesso. Lui mi ha guardato, si è voltato senza dire una parola (e senza neanche andare a controllare) e se n’è andato verso il centro.

pontile Forte dei Marmi
pontile Forte dei Marmi

Ora, visto che l’assessore Felici fa pubbliche lamentele sul fatto che i cittadini abbiano da ridire sulla municipale, visto che i volontari civici fanno rispettare le norme solo a qualcuno, visto che quando non c’è il volontario civico ho visto anche dei vigili fare esattamente lo stesso, visto anche che se un povero cristo decide di girare in bici nonostante abbia ha una bimba piccola il comune dovrebbe premiarlo e non ostacolarlo, visto anche che una bici condotta a mano prende meno spazio di un passeggino e i passeggini sul pontile possono andarci mentre le bici no, posto tutto questo, dico, vorrei sapere come mai un babbo coscenzioso che vuol portare la figliola a respirare un po’ d’aria decente debba sottostare non solo a delle norme deliranti ma anche a una clamorosa e del tutto illegittima disparità di trattamento. Troppe volte l’ho constatata e purtroppo non posso farci nulla perché chi dovrebbe controllare è il primo ad abusarne.

Non pretendo che si consenta la circolazione delle bici sul pontile in ogni stagione e giorno della settimana e capisco che in certi periodi costituirebbe un problema. Mi chiedo però se debba essere davvero un terribile azzardo consentire il transito alle bici condotte a mano. Mia figlia ringrazierebbe alquanto, e anche la mia schiena.

Non vorrei trovarmi ad organizzare una critical mass di passeggini.

Un pensiero riguardo “Perché vietare le bici condotte a mano?

  1. Invece, caro Alessandro, mi sembra proprio necessario organizzare, magari di mercoledì o durante tutto un weekend, un bel critical mass di passeggini con l’aggiunta però di una fitta partecipazione di ciclisti che parcheggino le bici sulla strada per poi proseguire una sana passeggiata a piedi sul pontile.

Lascia un commento se vuoi